Nuova orchestra da camera Ferruccio Busoni    1965 - 2015:  Oggi come mezzo secolo fa



Il Museo Revoltella di Trieste, con il coordinamento artistico del Direttore dell'orchestra da camera "Ferruccio Busoni", il maestro Massimo Belli, da 16 anni ospita una serie di concerti che si svolgono la domenica alle ore 11. Un piacevole aperitivo in musica offerto da 16 anni nella città di Trieste.

La Nuova Orchestra da camera “Ferruccio Busoni” è l’ideatrice e principale interprete delle Mattinate Musicali al Museo Revoltella di Trieste e sono giunte alla quindicesima edizione ottenendo un ampio successo di pubblico e di critica.

Nate da un’idea di Massimo Belli e del compositore triestino Marco Sofianopulo, prematuramente scomparso, hanno trovato sin dall’inizio l’entusiastica adesione della Direttrice del Museo Revoltella di Trieste, Dott.ssa Maria Masau Dan e vengono realizzate grazie alla collaborazione tra il Museo Revoltella, Il Comune di Trieste e l’OrchestraFerruccio Busoni” con il sostegno del Comune di Trieste, la Provincia di Trieste, la Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG, Fondazione CRTrieste e la Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali e Fondazione De Claricini Dornpacher. 

Dal 2006 tutti gli appuntamenti fatti con la Busoni vengono dedicati alla figura di Aldo Belli, fondatore dell’orchestra.

Di particolare interesse turistico,  offrono la possibilità di una visita guidata al Museo Revoltella, che è la più prestigiosa galleria d’arte moderna della regione circa un’ora prima del concerto, l’ascolto delle musiche proposte da artisti di livello internazionale e la degustazione dei migliori prodotti vinicoli della nostra regione.

Le passate edizioni hanno proposto momenti magici e forse irripetibili come l’esibizione, a fianco della Busoni,  di Ivry Gitlis, violinista che ha fatto la storia del violino del ‘900, l’integrale dei concerti per violino e orchestra di Mozart con Domenico Nordio, le emozionanti prime assolute di compositori come Giampaolo Coral, Vito Levi, Marco Sofianopulo, Franco Margola e composizioni di autori classici presentati in prima esecuzione in tempi moderni di Alessandro Rolla, Andrea Luchesi e Wolfgang Amadeus Mozart. 

Ampio spazio è stato dedicato ai giovani talenti divenuti solisti e virtuosi di primo piano come i pianisti Chiara Opalio e Alexande Gadjiev, la violinista Masha Diatchenko, il violoncellista Leo Morello e, grazie alla convenzione con il Concorso Biennale Nazionale “Città di Vittorio Veneto”, dal 2002 sono state proposte le performance di giovani straordinari talenti vincitori del Concorso.

Di livello internazionale i solisti ospiti: Ivry Gitlis, Roberto Plano, Priya Mitchell,Yuval Gotlibovich, Domenico Nordio,Federico Agostini,Cristiano Rossi, Lucio Degani, Massimo Gon, Michael Flaksman, Mauro Maur, Ivan Chiffoleau, Susanne Erhardt, Sandro De PalmaDan Zhu, Vladimir Mendelssohn, Marco Vincenzi, Trio Des Alpes, Myriam Dal Don, Friedemann Eichhorn, David Choen, Nieck De Groot, Zoran Markovich, Gianluca Littera, Francesco Ferrarini, Michele Lot.

I concerti sono divenuti un tradizionale appuntamento per gli appassionati di musica triestini e stranieri che affollano l’auditorium, e sono stati recensiti dalla stampa in modo estremamente lusinghiero. Le principali emittenti televisive regionali quali Telequattro, Antenna 3, RAI regionale e TV Capodistria puntualmente dedicano nelle loro trasmissioni ampi servizi sui concerti e altre sono state effettuate da emittenti nazionali come Canale 5 (Reti Mediaset) e SKY Classica.

Sono apparse sulle più importanti riviste nazionali come “Musica” e “Amadeus” bellissime recensioni fatte da illustri critici come Gianni Gori e Alberto Cantù : 

MUSICA – Dicembre 2011/Gennaio 2012

Tributo a Ivry Gitlis – Violini Ivry Gitlis, Priya Mitchell, Lucio Degani, Nuova orchestra “Ferruccio Busoni”, direttore Massimo Belli 

… il fraseggio palpitante di Gitlis scherza in tre battute con i suoi piccoli rubati, canta con una libertà quasi sbarazzina, gioca in deliziosa sfida con l’orchestra che lo seconda con destrezza e levità.

Bravissimo nel condividere il Musizieren dell’illustre ospite, il direttore Massimo Belli si supera nella seconda parte riservata ai dintorni strumentali delle nostre glorie operistiche… Ma il valore dell’orchestra che Belli sta guidando con tanto impegno è emerso soprattutto nel Quartetto in mi minore di Verdi: esecuzione di forte rilievo formale nella omogenea qualità del suono. Gianni Gori

 AMADEUS – Marzo 2012

Ivry Gitlis – Senza Confronti

Da quanto tempo Ivry Gitlis non suonava in Italia? In Gitlis violinista che ha fatto il Novecento……Una trasferta a Trieste con l’organismo straordinario che è l’Orchestra Busoni, diretta, a corpo unico, da Massimo Belli.  Alberto Cantù

 

Un sentito ringraziamento alle migliaia di appassionati che hanno ben ripagato l’offerta musicale affollando l’Auditorium del Museo dimostrando, in tutti questi anni, calore e affetto e ai turisti che hanno trascorso la domenica immersi nella magica atmosfera del Museo Revoltella, scrigno di tesori e carrillon di musiche immortali.

 

Coordinamento artistico :

Massimo Belli

Nuova Orchestra da camera “Ferruccio Busoni”

www.orchestrabusoni.it

 

info:

Civico Museo Revoltella

Via Diaz, 27 – 34123 Trieste

Tel. 040-6754350

revoltella@comune.trieste.it

triestewww.museorevoltella.it